VERY SIMPLE KITCHEN & NONSOLOFOOD

#modern

Lidia Forlivesi, è una conosciuta influencer italiana nota con il nickname ‘Non solo food’.

{"compact_enable":true,"content_mode":"default","cursors_disable":true,"controls_enable":false}

Una casa 'Very Simple' per Lidia.

Dietro a ‘Nonsolofood’, uno dei profili Instagram italiani più conosciuti ed apprezzati c’è Lidia. Romagnola di origine, nata a Cesena e Milanese d’adozione da dieci anni, ama cucinare da sempre e di questa sua passione ne ha fatto un vero e proprio lavoro.

‘Mi piace la casa e la cucina è il mio regno, ma anche il mio lavoro, che da sempre ruota attorno a lei.’

Nonsolofood nasce nel 2012, rientrata da poco in Italia, dopo aver vissuto sei anni a New York e non trovando il lavoro dei suoi sogni, Lidia ha preferito la strada delle consulenze, scegliendo così di aprire un suo spazio. Una vetrina delle sue attività ma anche un impegno quotidiano e soprattutto, un modo per testare su se stessa ciò che proponeva ai suoi clienti.

Creatività, impegno costante, pazienza e anche un po’ di fortuna, le hanno permesso di crescere e ritagliarsi un pubblico online molto fedele.

Per Lidia abbiamo progettato cucina e zona studio. I nostri moduli, infatti, possono essere utilizzati a tutti gli effetti anche come piani da lavoro ed insieme alla Very simple Library, la libreria componibile in acciaio, siamo riusciti a creare uno spazio di lavoro ben organizzato e funzionale.

{"compact_enable":true,"content_mode":"lightbox","cursors_disable":false,"controls_enable":false}

Per il tuo lavoro la cucina è sicuramente uno spazio fondamentale. Pensi che oltre ad dover essere funzionale, debba anche essere un vero e proprio oggetto d’arredamento capace di trasmettere la propria personalità?

Io sono una persona che guarda molto alla praticità, soprattutto in cucina che è un ambiente che uso nel vero senso della parola. Ogni giorno viene usata, sporcata, a volte anche maltrattata. Non può essere un oggetto di porcellana solo da guardare, ma allo stesso tempo deve essere anche bella ma bella come dico io. Devo sentirla mia.

Come sei venuta a conoscenza delle cucine Very Simple Kitchen?

 Se devo dire esattamente come, non ricordo, ma sicuramente su Instagram.

Appena le ho scoperte ho pensato: “Finalmente qualcuno in Italia che fa cucine così”.

Perché hai scelto VSK per realizzare la tua cucina e il tuo workspace?

Ammetto che, seppur indiscutibilmente belle, molte cucine italiane non mi piacciono. Cucine che spariscono, quasi a nascondersi, tutto liscio, pensili, armadi che scompaiono.

Sarà che ho fatto 6 traslochi nella mia vita, ma mi piace pensare alla mobilità e mi piace pensare che la mia cucina possa seguirmi in eventuali traslochi. La cucina deve avere carattere, deve farsi notare. In Italia c’è il culto degli elettrodomestici ad incasso, a New York del free standing, che io amo, ma purtroppo non si trovano free standing belli da noi. Ecco, Very Simple Kitchen secondo me è come se trasformasse la cucina in un free standing.

{"compact_enable":true,"content_mode":"lightbox","cursors_disable":false,"controls_enable":false}

Secondo te qual è o quali sono i punti di forza di una Very Simple Kitchen rispetto ad altri produttori di cucine sul mercato?

La mobilità, l’aspetto del free standing che citavo prima. Potere fare cose diverse, giocare con misure, forme e colori. Costruire un qualcosa che oggi metti in un modo ma in un domani, facendo un gioco come di Tetris, puoi riorganizzare i moduli in un altro modo.

Secondo la tua opinione quale potrebbe essere il cliente ‘tipo’ di Very Simple Kitchen?

Mi viene da dire un cliente giovane e dinamico che non vuole le cose, come dico io, “perfettine”. Non che le Very Simple Kitchen non siano cucine perfette, ma nel senso di tutto precisino come forse vorrebbe Furio il marito di Magda nel film ‘Bianco, Rosso e Verdone.’

 

 

{"compact_enable":true,"content_mode":"lightbox","cursors_disable":false,"controls_enable":false}
{"compact_enable":true,"content_mode":"default","cursors_disable":true,"controls_enable":false}

This house isn’t an hotel. it’s ‘Lì Da Loro’.

Lì Da Loro. An amazing project where touristic apartments turns into something special and unique, to live a magic italian experience.